Accedi

Scadenza per i titolari di contratti di locazione che non hanno optato per la cedolare secca di cui all’art. 3, D.Lgs. 23/2011

Trattasi del versamento dell’imposta di registro sui contratti di locazione stipulati il 1 marzo 2013 o rinnovati tacitamente a decorrere dal 1 marzo 2013. Più precisamente i contratti di locazione, dopo il versamento dell’imposta autoliquidata, devono essere registrati entro 30 giorni dalla data degli atti.

Una nota importante da ricordare, a meno che non si ricorra alla registrazione telematica, e che prima di presentare alla registrazione i contratti di locazione occorre calcolare l’imposta dovuta e versarla presso qualsiasi concessionario della riscossione, banca o ufficio postale utilizzando il modelli F23. La copia dell’attestato di versamento va poi consegnata entro 30 giorni dalla data del contratto (per gli immobili urbani) all’ufficio locale dell’Agenzia delle entrate insieme alla richiesta di registrazione (modello 69). Se i contratti da registrare sono più di uno, bisogna predisporre un elenco (modello RR), in cui vanno indicati i contratti da registrare.

*Articolo estrapolato da Il Sole 24 Ore edizione Il Consulente Immobiliare 948/2014.

Accedi or

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la "Cookie Policy".