Accedi

Costruzioni SMART: il focus del Congresso KLIMAHOUSE 2019

belive in a better future

La fiera di Bolzano che unisce sostenibilità ambientale, risparmio energetico e comfort abitativo

Smart cities, materiali intelligenti e architettura d’avanguardia. Il Congresso Internazionale organizzato dalla Fiera di Bolzano in collaborazione con l’Agenzia CasaClima punta alla rivoluzione della costruzione.

L’evento organizzato in occasione dell’edizione 2019 della fiera internazionale KlimaHouse, conta sulla partecipazione di personaggi del calibro di Thomas Rau, visionario architetto dell’economia circolare, e Gideon Maasland di MVRDV, uno dei progettisti del rivoluzionario quartiere dell’Amsterdam Valley e Amanda Sturgeon che negli Stati Uniti ha lanciato un protocollo di certificazione per le case che si rigenerano da sole.

Il Congresso si terrà dal 23 al 26 gennaio 2019 presso la Fiera di Bolzano, tre giorni intensi cuciti sulla necessità di chiarire le vere frontiere del significato di “smart” nel comparto delle costruzioni: dai materiali all’edificio, fino alla pianificazione della città.

Il 23 gennaio il focus sarà dedicato alle smart cities, tema sentito ed attualissimo nella città di Bolzano, dove è quasi arrivato al traguardo il progetto europeo Sinfonia. Parliamo del progetto di ricerca cofinanziato dall’Unione Europea che ha cambiato il volto di alcuni quartieri di Bolzano e Innsbruck, realizzando interventi per rendere le due città più sostenibili dal punto di vista energetico e ambientale.

La giornata sarà introdotta da Peter Dröge, Direttore dell’Istituto per lo Sviluppo Strategico del Liechtenstein e uno dei massimi esperti di Smart Cities a livello internazionale.

Quali caratteristiche deve avere un materiale per potersi definire “smart”? L’analisi sarà condotta il 24 gennaio dal fondatore di Turntoo e Rau Architects, due delle prime aziende dedicate all’economia circolare in Olanda: l’architetto visionario e innovatore Thomas Rau che introdurrà il convegno. Le parole d’ordine sono efficienza energetica delle costruzioni, impronta ambientale sostenibile, comfort interno e ottimo rapporto tra costi e benefici. Protagonista della giornata.

Il 25 gennaio sarà, infine, dedicato all’architettura d’avanguardia. Aprirà il convegno Gideon Maasland dello studio olandese MVRDV, uno dei progettisti responsabili dell’Amsterdam Valley, un bosco verticale rivoluzionario dal punto di vista urbanistico, sociale, urbanistico e ambientale. Un quartiere del futuro, a uso misto, che promette di diventare un vero esempio di sostenibilità in Europa. Interverrà, a seguire, Amanda Sturgeon, fondatrice e forza trainante del Biophilic Design, impegnata in progetti volti a creare una relazione armonica tra persone e natura. Toccherà poi ad Anton Falkeis, fondatore degli omonimi studio di architettura e innovation lab, professore universitario in vari paesi e tra i più acclamati visionari di una nuova forma di intendere la professione del progettista. Chiude la giornata una tavola rotonda con il presidente di Enea, Federico Testa.

 il 24 gannaio saranno inoltre presentati i risultati del progetto di ricerca HEROTILE in una conferenza stampa presso la Sala Ceredale. Il progetto Life HEROTILE - avviato il 1° agosto 2015 -  ha portato alla progettazione e realizzazione di innovative tegole in grado di migliorare il comportamento energetico degli edifici, grazie a una maggiore ventilazione sottotegola.

L’edizione Klimahouse dello scorso anno, si è conclusa la presenza di 460 aziende espositrici, che hanno incontrato 35.000 visitatori interessati agli oltre 100 appuntamenti in programma e alle novità presentate dal settore. Numeri che creano grandi aspettative per l’edizione 2019 .

Appuntamento dunque dal 23 al 26 gennaio presso la Fiera di Bolzano. Save the date!

Accedi or

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la "Cookie Policy".